Il monossido di carbonio è un gas inodore e incolore che si forma dalla combustione incompleta degli idrocarburi presenti in carburanti e combustibili. È un inquinante primario con un tempo di permanenza in atmosfera relativamente lungo (circa quattro mesi) e con una bassa reattività chimica. Esso rappresenta l’inquinante gassoso più abbondante in atmosfera.

I limiti di legge

Il Decreto Legislativo del 13 agosto 2010, n.155 (recepimento della direttiva europea 2008/50/CE) stabilisce il valore limite per la concentrazione nell’aria ambiente di monossido di carbonio.

Periodo di mediazioneValore limite
Media massima giornaliera calcolata su 8 ore10 mg/m3

La tossicità del monossido di carbonio è dovuta alla sua capacità di legarsi con l’emoglobina del sangue in concorrenza con l’ossigeno, formando carbossiemoglobina (COHb), interferendo così sul trasporto di ossigeno ai tessuti. Il legame tra monossido di carbonio ed emoglobina è duecento volte più intenso di quello tra l’emoglobina e ossigeno: dunque la presenza di elevate concentrazioni di monossido di carbonio nell’aria inibisce il naturale processo di ossigenazione del sangue. A bassissime dosi il CO non è pericoloso, ma già a livelli di concentrazione nel sangue pari al 10-20% il soggetto avverte i primi sintomi dovuti all’esposizione a monossido di carbonio, quali lieve emicrania e stanchezza. Nessun danno, se non a concentrazioni elevatissime, si riscontra invece sulle piante.

Nelle aree urbane il monossido di carbonio è emesso in prevalenza dal traffico autoveicolare, in particolare dai gas di scarico dei veicoli a benzina. La concentrazione di CO emessa dagli scarichi dei veicoli è strettamente connessa alle condizioni di funzionamento del motore: si registrano concentrazioni più elevate con motore al minimo e in fase di decelerazione, condizioni tipiche di traffico urbano intenso e rallentato. La continua evoluzione delle tecnologie utilizzate ha comunque permesso di ridurre al minimo la presenza di questo inquinante in aria. Altre sorgenti sono gli impianti termici e alcuni processi industriali, come ad esempio la produzione di acciaio.

Nel 2000 l’OMS ha emanato le linee guida per la qualità dell’aria dove sono contenuti i valori guida per il monossido di carbonio.

Periodo di mediazioneWHO air quality guidelines for Europe, 2nd edition, 2000
15 minuti100 mg/m3
30 minuti60 mg/m3
1 ora30 mg/m3
8 ore10 mg/m3
  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No