Il Sistema EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è stato istituito, dalla Commissione Europea, nel 1993 con il Regolamento n. 1836 e si sviluppato nel corso del tempo con diverse revisioni, l’ultima è la Decisione UE 2017/2285.

Con EMAS, l’Unione Europea, intende incoraggiare l’adesione al sistema di ecogestione e Audit grazie al quale le imprese e le altre organizzazioni possono valutare, comunicare e migliorare le proprie prestazioni ambientale e ridurre il proprio impatto ambientale.

Il sistema comunitario EMAS (eco-management and Audit Scheme) è un sistema a cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, operanti in qualsiasi settore economico,avente sede nel territorio della Comunità Europea o al di fuori di esso.

I sistemi di gestione ambientale come EMAS permettono alle organizzazioni di migliorare l’efficienza delle risorse, ridurre i rischi e proporsi come esempio grazie alla pubblica dichiarazione di buone pratiche.

I costi inerenti all’attuazione di un simile sistema sono più che controbilanciati dai risparmi.

Con la  Decisione (UE) 2017/2285 la Commissione Europea ha reso disponibili le nuove Linee Guida per l’utente che illustrano le misure necessarie per aderire a EMAS.

Come ottenere la registrazione EMAS

Una organizzazione che decida di aderire ad EMAS deve rispettare i principi e le procedure, adempiendo ai diversi punti previsti dal Regolamento.

La procedura per la registrazione è disponibile sul sito dell’ISPRA.

Le fasi previste per l’adesione sono:

  • Adottare una Politica Ambientale attraverso la quale l’impresa stabilisce la sua stragia complessiva per quanto concerne l’ambiente e formula gli obiettivi generali ed i principi di azione per il miglioramento delle prestazioni ambientali;
  • Effettuare una Analisi Ambientale dei problemi ambientali, degli effetti e dell’efficienza ambientale relativi all’attività svolta dall’organizzazione;
  • Definire, attraverso un Programma Ambientale, l’orientamento dell’impegno dell’impresa ed i principi generali che dovranno uniformare i suoi atti nel campo della gestione ambientale e gli obiettivi generali;
  • Applicare un Sistema di gestione ambientale per gestire correttamente il proprio impatto sull’ambiente e realizzare gli obiettivi definiti;
  • Effettuare regolare Attività di Auditing interno che permette una valutazione sistemica, documentata, periodica ed obiettiva sull’efficienza dell’organizzazione e ha lo scopo di facilitare il controllo di gestione ed il monitoraggio dei risultati prodotti dal circolo del miglioramento continuo.
  • Elaborare una Dichiarazione Ambientale che descriva l’attività dell’organizzazione e delle loro incidenze sull’ambiente, il resoconto dei risultati ottenuti, l’enunciazione degli obiettivi e dei programmi per il futuro. E’ uno strumento individuato dal Regolamento per una chiara, costante e coerente comunicazione con il pubblico e viene sottoposta ad un esame e convalida da parte di un verificatore ambientale accreditato.
  • La Registrazione avviene a seguito della convalida della dichiarazione e dopo il pagamento della quota di registrazione.

Scarica Allegati

Title
Organizzazioni registrate EMAS in Sicilia
  1 files      115 downloads

ARPA Sicilia ha il compito di verificare e valutare presso l’organizzazione che ha avanzato istanza di Registrazione la sussistenza della completa conformità legislativa in materia ambientale. Tali verifiche vengono compiute direttamente, ovvero mediante l’interessamento di altri soggetti pubblici (Ispettorati, ASP, Corpo Forestale, Amministrazioni Comunali, Enti etc.), in funzione della tipicità degli aspetti da verificare. La valutazione viene restituita al Comitato Italiano per l’Ecolabel e l’Ecoaudit – Sezione EMAS per l’Italia per le valutazioni finali.

  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No