Immagine home
Monitoraggio biodiversità

L’Agenzia Regionale per l’Ambiente della Regione Sicilia, promuovendo nell’ambito del Documento di Programmazione di Educazione Ambientale 2005, la realizzazione di due specifiche azioni formative destinate a quanti sono coinvolti attivamente nella salvaguardia della biodiversità, ha dato un contributo fattivo all’applicazione delle più recenti indicazioni internazionali e all’impegno pan-europeo di intraprendere azioni urgenti per ridurre il tasso di perdita di biodiversità entro il 2010 (Countdown 2010). Nel panorama italiano della formazione professionale e delle aree protette, le azioni formative dell’ARPA Sicilia rappresentano una delle prime concrete iniziative realizzate con l’obiettivo di creare una rete di persone ed istituzioni in grado di monitorare, gestire e far conoscere i valori che la biodiversità offre in Sicilia. Entrambi i percorsi formativi realizzati si sono caratterizzati per una forte componente di sperimentazione ed innovazione, che ha riguardato sia il tipo di programma didattico elaborato, sia le persone cui è stato rivolto, sia, soprattutto, l’aver favorito la partnership e la messa in rete di soggetti provenienti da “aree strategiche” per la conservazione della biodiversità, quali il mondo della ricerca universitaria, quello dei parchi e quello del terzo settore e degli enti non governativi che operano in campo ambientale.

Articolazione dei corsi

Sono state realizzate due azioni formative con l’Istituto Pangea Onlus, entrambe a carattere residenziale e della durata di 40 ore suddivise in 5 giorni di didattica. In particolare:

  1.  il corso“Conoscere, Capire, Insegnare, Educare per Conservare la Biodiversità” si è svolto da lunedì 18 a venerdì 22 luglio 2005 presso la Casina di Caccia del Bosco della Ficuzza (PA);

  2. il corso “Monitoraggio, conservazione e gestione della Biodiversità” si è svolto da lunedì 7 a venerdì 11 novembre 2005 nella Riserva Naturale di Vendicari (SR) ed ha previsto anche esercitazioni didattiche notturne.

Destinatari

I destinatari di entrambe le iniziative formative (26 al corso “Conoscere, Capire, Insegnare, Educare per Conservare la Biodiversità” e 27 al corso “Monitoraggio, conservazione e gestione della Biodiversità”) sono stati individuati dall’ARPA Sicilia tra il personale dei DAP, in particolare tra i referenti della rete In.F.E.A., delle Aree Naturali Protette e delle Amministrazioni Pubbliche che operano in campo ambientale, i tecnici ed esperti che si occupano di pianificazione e gestione delle aree protette, nonché il personale dell’Azienda Regionale Foreste (ARFDS).

Obiettivi formativi

I due corsi, entrambi finalizzati a sviluppare il tema comune della biodiversità, hanno perseguito in parte obiettivi generali comuni e in parte obiettivi specifici. Obiettivi comuni conseguiti dai partecipanti dei due corsi:

  • consolidare ed approfondire le conoscenze sulla biodiversità in generale e su quella della Regione Sicilia, il suo significato, la sua importanza, lo stato dell’arte;

  • conoscere e condividere le principali problematiche connesse alla conservazione e gestione della biodiversità;

  • conoscere il contesto nazionale ed internazionale di riferimento (strategie, piani, politiche) per la tutela e conservazione della biodiversità;

  • conoscere la strategia dell’ARPA  Sicilia per il programma ecosistemi e biodiversità;

  • creare una rete a livello regionale, costituita da persone in grado di lavorare insieme in modo tale da garantire, oltre allo scambio di idee tra persone con competenze diverse, anche la condivisione delle buone pratiche tra istituzioni ed enti che si occupano di conservazione della biodiversità.

Obiettivi specifici conseguiti dai partecipanti al Corso “Conoscere, capire, insegnare, educare per conservare la Biodiversità”:

  • rafforzare le conoscenze sulla biodiversità e sulle direttive della CBD e della COP in materia di educazione e formazione;

  • promuovere la strategia dell’ARPA Sicilia per il programma ecosistemi e biodiversità;

  • individuare programmi ed azioni a livello locale che possano implementare la strategia dell’ARPA Sicilia;

  • individuare e condividere il ruolo che i partecipanti possono avere nelle campagne di educazione e sensibilizzazione;

  • conoscere e saper applicare le tecniche basilari per impostare e progettare campagne ed iniziative di educazione e sensibilizzazione alla biodiversità;

  • realizzare la progettazione preliminare di attività educative, materiali e sussidi didattici, iniziative di sensibilizzazione, partecipazione, ecc. in modo condiviso e partecipato.

Obiettivi specifici conseguiti dai partecipanti al Corso “Monitoraggio, gestione e conservazione della Biodiversità”:

  • contribuire all.applicazione della strategia dell’ARPA per il programma Ecosistemi e Biodiversità;

  • avere un quadro generale dei principi e delle tecniche di monitoraggio e studio della biodiversità;

  • animale e vegetale maggiormente utilizzate;

  • conoscere e saper applicare i principali strumenti per la conservazione e la valorizzazione della biodiversità, nel campo della pianificazione e gestione dell’ambiente e delle aree protette;

  • essere in grado di conoscere gli strumenti della tutela e della conservazione della biodiversità e di saper formulare e discutere ipotesi di applicazione nei contesti di riferimento dei partecipanti, conoscere la principale strumentazione tecnica, i rilievi cartografici e le tecniche elementari di monitoraggio, studio ed inventariato della biodiversità;

  • essere in grado di coadiuvare efficacemente azioni di rilevamento dati e monitoraggio della Biodiversità sul campo;

  • conoscere e valutare le esperienze in materia di costituzione e gestione di “Osservatori” per la Biodiversità;

  • valutare le relazioni esistenti tra progetti di tutela, applicazione delle normative ed universo degli attori sociali;

  • individuare e valutare gli “usi” tradizionali degli elementi della biodiversità in Sicilia;

  • impostare azioni di informazione e coinvolgimento a supporto delle iniziative di monitoraggio e gestione;

  • impostare le Linee Guida una Strategia per la conservazione e gestione della biodiversità a livello locale.

Risultati

Nel corso di tutte le attività didattiche, i partecipanti sono stati stimolati a confrontarsi tra loro e con i diversi esperti messi loro a disposizione. In particolare, durante le attività di project work, con l’ausilio dello staff docente dell’Istituto Pangea Onlus, gli allievi hanno elaborato, divisi in 3 gruppi di lavoro, altrettante proposte specifiche per le tematiche oggetto dei due corsi. A conclusione del corso “Conoscere, capire, insegnare, educare per conservare la Biodiversità”, i gruppi hanno elaborato 3 proposte di comunicazione ed educazione sul tema della biodiversità ed hanno condiviso obiettivi e ruoli delle aree protette per la sua conservazione elabobando una “mappa della biodiversità” della regione Sicilia. Il lavoro di gruppo svolto dai partecipanti al corso “Monitoraggio, gestione e conservazione della Biodiversità”, ha portato all’elaborazione di tre schede per il rilievo e l’osservazione della biodiversità in tre ambienti diversi (bosco, zone umide e zone costiere), che pur nel rispetto del doveroso rigore scientifico, siano utilizzabili sul campo anche da persone non particolarmente esperte.



mb01

mb02

mb03

mb04

mb05