Immagine home
Sistema Regionale In.F.E.A.

bannerinfea

GLI STRUMENTI TECNICO-OPERATIVI PER L’AVVIO DELLA RETE REGIONALE In.F.E.A.

L’Agenzia – individuata come laboratorio regionale In.F.E.A. – ha portato a conclusione un primo blocco di attività:

  • PROGETTO PILOTA 1 – seminari e workshop mirati alla formazione dei referenti del sistema In.F.E.A. per una azione di comunicazione e sensibilizzazione di base;
  • PROGETTO PILOTA 2 – concorsi “Le scuole nella Rete In.F.E.A.” rivolti agli alunni delle scuole del primo ciclo di studi allo scopo di formare la sensibilità ambientale nelle nuove generazioni;
  • PROGETTO PILOTA 3 – concorso su “Sperimentazione di modelli innovativi di educazione e formazione ambientale” per progetti di EA già sperimentati e da sperimentare al fine di motivare le scuole a proporsi come centri di ricerca e sperimentazione di modelli innovativi di educazione e formazione ambientale;
  • FORMAZIONE – seminari e stage per la formazione degli operatori In.F.E.A. sulla gestione della rete e sulle metodologie di sviluppo partecipato di progetti di informazione, formazione ed educazione ambientale

Tra le azioni gestite direttamente, la campagna “Blue Days” realizzata da Marevivo e ARPA Sicilia ha coinvolto studenti 103 delle scuole siciliane del primo ciclo. La manifestazione ha toccato tutte le Aree Marine Protette della Sicilia ed altri siti particolarmente importanti come le Isole Eolie, Cefalù, Brolo, Eraclea Minoa, Sciacca, San Leone e Mondello. Nelle tre fasi del progetto i bambini sono stati coinvolti in attività sulle spiagge, in immersioni subacquee guidate e, per i bambini che non volevano immergersi, possibilità di vedere ugualmente in diretta i fondali attraverso le telecamere ed un monitor piazzato sulla spiaggia o sugli scogli.

GLI STRUMENTI TECNICO-OPERATIVI PER LA GESTIONE DELLA RETE REGIONALE In.F.E.A.

Per assolvere il proprio ruolo di centro di riferimento regionale nel settore della informazione, educazione e formazione ambientale dopo la fase di avvio, si è proceduto a realizzare un sistematico piano di sviluppo. In particolare ci si è concentrati su alcuni punti nodali: Sistema di Gestione della Qualità del Laboratorio Regionale L’adozione di un Sistema di Gestione della Qualità consente di gestire le attività esplicitandone contenuti e responsabilità in relazione alla tipologia di progetti da realizzare ed alla disponibilità di risorse. Ne deriva la necessità di acquisire, da parte di tutta la rete, la padronanza del processo di progettazione e della sua verifica. Sito web dedicato all’Educazione Ambientale.

Non solo conoscenza scientifica, ma anche la volontà di garantire la fruibilità delle informazioni, attivare una collaborazione partecipata, gestire un sistema di documentazione ed archiviazione informatica del patrimonio progettuale esistente, e un sistema telematico di monitoraggio permanente dei soggetti. Formazione a favore dei soggetti aderenti alla rete regionale Una scelta strategica perseguita allo scopo di favorire la crescita e lo sviluppo attraverso la conoscenza sempre aggiornata delle nuove metodologie di educazione ambientale.

Strumenti divulgativi concertati con i soggetti aderenti al Sistema.

Al fine di realizzare degli strumenti di lavoro concreti concorrenti alla sensibilizzazione ambientale e alla creazione delle condizioni necessarie per la partecipazione alle scelte politiche che riguardano le condizioni di vivibilità del nostro futuro, si sono costituiti i primi tavoli tecnici di concertazione, che vedono interessati i nodi territoriali, le scuole, le organizzazioni di categoria etc.; tali occasioni di confronto permettono di comprendere meglio la complessità delle problematiche ambientali e i fabbisogni educativi della collettività.

Progetti di ricerca per la funzionalità della rete regionale In.F.E.A.

Lo sviluppo di ricerche, il cui coordinamento è affidato al La.R.S.In.F.E.A., rappresenta un elemento indispensabile per un adeguamento costante di metodologie e strumenti operativi, in considerazione dell’evoluzione, spesso repentina, dei contesti (istituzionali, normativi, operativi, culturali, tecnologici, ecc.), nonché dei metodi di lavoro, sempre più improntati alla cooperazione e alla gestione di processi di rete.

Allegati

brochure1

Brochure Infea