News

Convenzione per l’aggiornamento del quadro conoscitivo sullo stato di qualità delle acque sotterranee, superficiali interne, superficiali marino-costiere ai fini della revisione del piano di gestione del distretto idrografico della Regione Sicilia. Relazione Finale – Acque marino costiere

 

Documenti

(Date le dimensioni del documento originale, e per ragioni di compatibilità con le impostazioni del sito, si è dovuto ridurre la qualità immagine rispetto a quella del documento originale)

“Global Strike for future”, il clima non può aspettare. Il 2018 in Italia l’anno più caldo da almeno 2 secoli

Venerdì 15 marzo è stata indetta una manifestazione mondiale per il clima, promossa dal movimento di Greta Thunberg che – da agosto 2018 – protesta tutti i venerdì davanti al Parlamento svedese, rinunciando alle lezioni scolastiche. Il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente composto dalle ARPA/APPA e Ispra aderisce allo sciopero.

Il Sistema Nazionale SNPA pubblica, con cadenza annuale, il rapporto “Gli indicatori del clima in Italia”. Gli studi condotti hanno evidenziato come in Italia il 2018 è stato, ad oggi, l’anno più caldo di tutta la serie storica di dati controllati ed elaborati, cioè almeno dal 1961: +1,77 °C rispetto al valore normale di riferimento 1961-1990, +1,15°C rispetto al rispetto al valore normale di riferimento 1981-2010; questa base trentennale viene utilizzata dai servizi meteorologici e idrologici nazionali per valutare le medie a lungo termine e la variabilità inter-annuale dei principali parametri climatici, quali temperatura, precipitazioni e vento, che sono importanti per gli ambiti sensibili al clima come la gestione delle risorse idriche, energia, agricoltura e salute.

In base a studi che ricostruiscono il clima in un passato più remoto, si può affermare che in Italia il 2018 risulta essere l’anno più caldo da almeno 2 secoli circa.

In un chiaro segnale dei continui cambiamenti climatici a lungo termine associati alle concentrazioni record di gas serra nell’ atmosfera, a scala globale gli anni 2015, 2016, 2017 e 2018 sono stati confermati dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO) come i quattro più caldi mai registrati.  Il 2018 si classifica come il quarto anno più caldo mai registrato.  L’anno 2016 rimane l’anno più caldo mai registrato (1,2 ° C al di sopra del dato di base preindustriale).

L’Italia, nel mese di ottobre dello scorso anno è stata teatro di una serie di eventi meteorologici estremi che hanno determinato gravi conseguenze per la popolazione, l’ambiente e il territorio del nostro Paese. Le piogge sono cadute abbondantemente su quasi tutto il territorio nazionale, con tempi e intensità diverse nelle varie regioni.

A scala globale, l’inizio del 2019 è stato caratterizzato da condizioni meteorologiche di grande impatto in molte parti del mondo, tra cui il freddo in Nord America, il calore record, incendi e piogge in Australia, temperature record e precipitazioni in alcune parti del Sud America e forti nevicate sulle Alpi e sull’Himalaya.

 

Sono 98 i Paesi che dovrebbero aderire all’iniziativa Global Strike for Future, giornata in cui scenderanno in piazza non solo i giovani, ma tutti quelli che sentono il bisogno di sollecitare i Governi di tutto il mondo ad agire più decisamente per contrastare i cambiamenti climatici, la sfida di questo millennio. Il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA), insieme ad altri Enti di Ricerca ed associazioni ambientaliste, aderisce a questa grande manifestazione di sensibilizzazione a livello mondiale verso le problematiche legate al clima, mettendo a disposizione dati, informazioni e attività che come Sistema si stanno portando avanti sui cambiamenti climatici.

 

Intervento di manutenzione straordinaria per la riparazione del sistema Entech 3100 FKV in uso presso la Struttura territoriale Arpa Sicilia di Siracusa. CIG: Z0D2758254

 

Affidamento, ai sensi dell’art. 36, comma 2 lettera a, del DLgs 50/2016, ss.mm.ii, dell’intervento di manutenzione straordinaria per la riparazione del sistema Entech 3100 FKV in uso presso la Struttura territoriale Arpa Sicilia di Siracusa. CIG: Z0D2758254

Valore Lotto: € 4.340,00 IVA esclusa;
oneri di sicurezza: € 0
Affidatario: ditta “FKV S.r.L. con sede in via Largo delle Industrie n.10 cap 24020 Torre Boldone (BG) “
D.D.G. n. 113 DEL 06/03/2019
Lettera d’ordine prot. 12749 del 12/032019

Il Responsabile ad interim della SA3
(dott. Pietro Testaì)

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Indagine di mercato per l’affidamento del servizio di taratura della strumentazione utilizzata per la rete di monitoraggio della radioattività ambientale

 

PREMESSA

L’attuale Rete di monitoraggio della Radioattività ambientale di ARPA Sicilia è stata formalmente istituita nel 2005 quando, con Decreto n.913 del 02.11.05, del Direttore Generale del Dipartimento Territorio e Ambiente della Regione Siciliana, venne approvato il “Progetto per la realizzazione della Rete di Monitoraggio della Radioattività Ambientale” finanziato con fondi POR.

La Rete di Monitoraggio della Radioattività Ambientale di ARPA Sicilia afferisce al sistema della Rete nazionale RESORAD coordinata da ISPRA, secondo quanto stabilito dall’art. 104 del D.Lgs. n.230/95 e ss.mm.ii.

Tutti gli stati membri della CE per gli effetti degli articoli 35 e 36 del Trattato Euratom sono soggetti a verifiche periodiche sugli ”…impianti necessari per effettuare il controllo permanente del grado di radioattività …” al fine di “…verificarne il funzionamento e l’efficacia”. Gran parte delle attività soggette a verifica sono i piani di campionamento e misure e il controllo  di qualità e la tracciabilità delle attività di laboratorio per le misure radiometriche e la conservazione dei dati.

Per quanto sopra, tutti i soggetti afferenti alla Rete Nazionale (e, quindi, anche ARPA Sicilia) hanno l’obbligo di mantenere l’affidabilità della rete e la qualità e l’adeguatezza dei dati anche attraverso adeguati sistemi di verifica e taratura della strumentazione utilizzata. La rete di monitoraggio di ARPA Sicilia per la radioattività, definita nel 2008, è dotata di diversa strumentazione che necessita di aggiornamento della verifica di taratura.

Tale strumentazione è adoperata per le attività istituzionali ed, in alcuni casi, è utilizata per attività a supporto dell’A.G.

OBIETTIVI

Ciò premesso, questa Direzione Generale intende effettuare un’indagine di mercato finalizzata all’individuazione di operatori economici cui affidare il servizio di taratura della strumentazione utilizzata per la rete di monitoraggio della radioattività ambientale.

Si invitano pertanto i soggetti interessati a presentare un’offerta, corredata da idonea documentazione tecnica, per la fornitura del servizio di cui trattasi con le caratteristiche specificate negli allegati All1 e All2.

I dati raccolti saranno utilizzati per la predisposizione di un confronto competitivo tra gli operatori economici che avranno manifestato il proprio interesse all’aggiudicazione del servizio.

Le istanze dovranno essere prodotte attraverso il portale appalti di questa Agenzia, raggiungibile all’indirizzo web: https://portaleappalti.arpa.sicilia.it/PortaleAppalti/ Codice gara G00420

Si invitano quindi i concorrenti a prendere visione del manuale di utilizzo della Piattaforma telematica, presente all’interno del portale sotto la voce “istruzioni e manuali”.

L’avviso, gli Allegati, Il Modello di istanza di partecipazione sono disponibili e scaricabili in formato elettronico, oltre che sul portale sopra indicato sul profilo di ARPA Sicilia sul sito web: https://arpa.sicilia.it alla sezione “Amministrazione Trasparente/Bandi di gara e contratti”.

Per l’utilizzo della modalità telematica di presentazione dell’istanza è necessario:

  • essere in possesso di una firma digitale valida del soggetto che sottoscrive l’istanza di partecipazione e l’offerta;
  • essere in possesso di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC);
  • essere in possesso delle credenziali di accesso alla Piattaforma; per il primo accesso è necessario registrarsi alla stessa, raggiungibile all’indirizzo:

https://portaleappalti.arpa.sicilia.it/PortaleAppalti/, seguendo la procedura di iscrizione ed ottenendo username e una password per gli accessi successivi all’area riservata;

Le istanze di partecipazione dovranno pervenire, attraverso il portale telematico entro il termine perentorio del 03/04/2019 alle ore 12:00.

Considerato il carattere di indagine di mercato, si sottolinea che dalla presente richiesta d’informazione non scaturisce alcun obbligo o impegno dell’Agenzia all’acquisto di quanto indicato nell’offerta.

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Affidamento, ai sensi dell’art.36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016, rinnovo associazione UNI ed UNICHIM per l’anno 2019 – CIG: ZEF273EA94 e ZE2273EAFF

 

Affidamento, ai sensi dell’art.36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016, rinnovo associazione UNI ed UNICHIM per l’anno 2019.

Lotto uno – Rinnovo associazione UNI CIG: ZEF273EA94
Importo: € 750,00 non soggetta ad IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: UNI.
– Via Sannio, 2 – 20137 Milano.
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 110 del 6/03/2019
Lotto due – Rinnovo associazione UNICHIM
CIG: ZE2273EAFF
Importo: € 2.750,00 non soggetta ad IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: UNICHIM
– Piazzale R. Morandi,2 – 20121 Milano
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 110 del 06/03/2019

 

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Affidamento del servizio per il supporto alla redazione del piano di comunicazione e del supporto tecnico specialistico per la Redazione dei disciplinari finalizzati alla progettazione ed alla realizzazione delle attività individuate nel medesimo piano – CIG Z6B2755EE0

 

Affidamento del servizio per il supporto alla redazione del piano di comunicazione e del supporto tecnico specialistico per la Redazione dei disciplinari finalizzati alla progettazione ed alla realizzazione delle attività individuate nel medesimo piano. CIG Z6B2755EE0

Impresa affidataria: Quarto Giovanni Callea

Preventivo del 18/02/2019

Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 106 del 07/03/2019

Trattativa su piattaforma appalti ARPA Sicilia

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Affidamento servizio di UPDATE SOFTWARE del “Sistema Radar HF” Progetto Calypso South – antenna di Pozzallo, ai sensi dell’art 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs 18 aprile 2016, n. 50. CIG: Z38272CBFB

 

Affidamento servizio di UPDATE SOFTWARE del “Sistema Radar HF” Progetto Calypso South – antenna di Pozzallo, ai sensi dell’art 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs 18 aprile 2016, n. 50. CIG: Z38272CBFB.
Lotto unico: Servizio di UPDATE SOFTWARE
CIG: Z38272CBFB
Importo: € 10.000,00 oltre IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: Ditta QUALITAS Instruments S.A..
C/Toronga, 31 – 28043 MADRID
Offerta: n. 2921-01.
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 84 del 22/02/2019
Lettera d’ordine: prot. n. 9582 del 25/02/2019

 

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Affidamento taratura di n. 2 datalogger in uso presso il laboratorio di metrologia, ai sensi dell’art.36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016 – CIG: ZED272CBBE

 

Affidamento taratura di n. 2 datalogger in uso presso il laboratorio di metrologia, ai sensi dell’art.36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016 – CIG: ZED272CBBE.
Lotto unico: Taratura di n. 2 datalogger
CIG: ZED272CBBE
Importo: € 1.265,00 oltre IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: Ditta ASIT Instruments S.r.l..
Corso Massimo d’Azeglio, 60/H – 10126 Torino (TO)
Offerta: n. SIT /81 del 2019.
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 83 del 22/02/2019
Lettera d’ordine: prot. n. 9581 del 25/02/2019

 

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Riparazione Luminometro Microtox 500 – CIG: Z8C2736601

 

Affidamento, ai sensi dell’art.36, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016, Riparazione Luminometro Microtox 500 – CIG: Z8C2736601.

Lotto unico: Riparazione Luminometro Microtox 500
CIG: Z8C2736601
Importo: € 1.390,00 oltre IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: Ditta ECOTOXLDS.
Via G.B. Vico, 7 – 20010 Cornaredo (MI)
Offerta: n. 093ST -19Mama del 13/02/19.
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 78 del 22/02/2019
Lettera d’ordine: prot. n. 9579 del 25/02/2019.

 

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Fornitura filtri per la manutenzione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria – CIG: Z6624A7360

 

Affidamento, ai sensi dell’art.106, comma 12, del d.lgs. n. 50/2016 (nell’ambito del V d’obbligo DDG 438/2018), Fornitura Filtri per la manutenzione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria – CIG: Z6624A7360.
Lotto unico: Fornitura filtri
CIG: Z6624A7360

Importo: € 1.106,00 oltre IVA
oneri per la sicurezza: zero
Impresa affidataria: Ditta Orion. S.p.A.
Via A. Volta, 25B – 35030 Veggiano (PD)
Offerta: n. 180500656 del 10/08/18.
Provvedimento di Affidamento: D.D.G. n. 58 del 07/02/2019
Lettera d’ordine: prot. n. 7166 del 12/02/2019.

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Disponibili i risultati del monitoraggio e della valutazione dello stato ecologico e chimico delle acque dei fiumi siciliani

Il monitoraggio ha indagato parametri ed indicatori ecologici, idrologici e chimico-fisici, necessari a valutare lo Stato Ecologico e Stato Chimico delle acque dei fiumi, valutazioni che consentono di definire lo Stato di Qualità oltre che le variazioni nel periodo 2011-2018.

L’intensa attività di monitoraggio nel periodo 2017-2018, possibile grazie ad una Convenzione tra ARPA Sicilia e il Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti, ha integrato i monitoraggi svolti dal 2011 da ARPA Sicilia, consentendo all’Autorità di Bacino di disporre dei dati necessario al processo di revisione del Piano di Gestione del Distretto Idrografico della Sicilia (PdG) e all’individuazione delle misure di risanamento idonee e necessarie per i corpi idrici che non hanno raggiunto lo stato ecologico e/o chimico buono.

Il monitoraggio nel periodo 2011-2018 ha consentito la valutazione dello stato ecologico per 74 dei corpi idrici e per 81 dello stato chimico, pari rispettivamente al 50% e 55% dei corpi idrici monitorabili e non salati, oltre che l’individuazione dei vari parametri che hanno determinato il mancato raggiungimento di stato “buono” come previsto dalla normativa.
Per un ulteriore gruppo di corpi idrici intermittenti (ossia un corso d’acqua temporaneo con acqua in alveo per più di 8 mesi all’anno) è stato possibile valutare lo stato ecologico per un totale di 118 corpi idrici pari all’80% dei corpi idrici monitorabili e non salati.

I risultati complessivi mostrano che:

I corpi idrici con stato ecologico non buono rappresentano l’85% dei casi, nessun caso di stato elevato e soltanto il 15% con classe buono. Tale situazione è attribuibile principalmente ad elementi biologici, in particolare a macroinvertebrati e macrofite e nel caso dei fiumi perenni alla fauna ittica. I risultati mostrano come i corpi idrici con stato ecologico non buono, insistono, ad eccezione dei fiumi perenni, in zone dove è più alta la pressione antropica, considerazione che dovrebbe orientare le future programmazioni in materia di azioni di tutela del territorio.

Lo stato chimico, complessivamente migliore rispetto a quello biologico, risulta non buono soltanto nel 16% ed è attribuibile, nel 12% dei corpi idrici monitorati alla presenza di metalli quali nichel, mercurio, cadmio e piombo (inseriti nell’elenco delle sostanze prioritarie).

Piano Operativo Acque superficiali – convenzione Arpa DAR

Fornitura del servizio di taratura ACCREDIA della strumentazione di ARPA Sicilia per la misura del rumore e delle vibrazioni

 

Fornitura del servizio di taratura ACCREDIA della strumentazione di ARPA Sicilia per la misura del rumore e delle vibrazioni

Numero lotto Lotto 1
Denominazione Taratura ACCREDIA della strumentazione di misura del rumore
CIG Z482620DC3
Importo dell’appalto oggetto di offerta (base d’asta) 16000,00
Importo d’aggiudicazione 9840,00
Numero lotto Lotto 2
Denominazione Taratura ACCREDIA della strumentazione di misura delle vibrazioni
CIG Z4526210E0
Importo dell’appalto oggetto di offerta (base d’asta) 4000,00
Importo d’aggiudicazione 1400,00

Ditte partecipanti:

# Denominazione concorrente Lotti a cui ha partecipato Data presentazione offerta
1 METRIX ENGINEERING SRL Lotto 1 08/01/2019 11:17:06
2 SKY LAB SRL Lotto 1, Lotto 2 09/01/2019 11:16:41
3 TRESCAL SRL Lotto 1, Lotto 2 20/12/2018 17:31:20

Con DDG n.67 del 15/02/2019 entrambi i Lotti sono stati aggiudicati alla ditta SKY LAB SRL.

Procedura ME.PA. aperta a tutto gli operatori economici ivi abilitati. Id negoziazione: 2171003

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Servizio di manutenzione per il ripristino della funzionalità della strumentazione installata nelle stazioni di rete fissa e nei laboratori mobili di monitoraggio della qualità dell’aria. CIG 7730107E15

 

Affidamento ai sensi dell’art. 63, comma 2, lett. b) n. 2 del D. lgs n. 50/2016 del servizio di manutenzione per il ripristino della funzionalità della strumentazione installata nelle stazioni di rete fissa e nei laboratori mobili di monitoraggio della qualità dell’aria. CIG 7730107E15

Con DDG n.678 del 20/12/2018 e successiva integrazione disposta con DDG n.46 del 25/01/2019 è stato affidato al RTI Project Automation S.p.A-Orion s.r.l. il servizio di manutenzione per il ripristino della funzionalità della strumentazione installata nelle stazioni di rete fissa e nei laboratori mobili di monitoraggio della qualità dell’aria – CIG 7730107E15.

Importo: € 139.550,00# IVA esclusa

 

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Seminario “L’evoluzione della normativa sull’inquinamento acustico dopo l’emanazione del D.LGS. 42/2017” – Catania, 1 marzo 2019

Si svolgerà a Catania il giorno 1 marzo 2019, presso l’Aula Magna Ingegneria dell’Università degli Studi di Catania, il Seminario “L’evoluzione della normativa sull’inquinamento acustico dopo l’emanazione del D.LGS. 42/2017”.

L’iniziativa organizzata da AIA Associazione Italiana di Acustica,  in collaborazione  con INARSIND –  Sindacato Nazionale di Architetti ed Ingegneri liberi professionisti – sezione provinciale di Catania e con il Patrocinio Gratuito anche di ARPA Sicilia, si propone l’obiettivo di analizzare le novità introdotte dal Decreto Legislativo 42/17 in materia di inquinamento acustico nell’ambito di una fase importante, avviata dalla recentissima entrata in vigore della norma, di armonizzazione della normativa europea e nazionale nella prospettiva di delineare alcuni possibili indirizzi per le future modifiche previste.

L’iniziativa darà particolare rilievo alla formazione e aggiornamento dei tecnici competenti in acustica  a seguito dell’emanazione da parte del Ministero dell’Ambiente delle Linee Guida per la realizzazione dei corsi qualificanti per tale figura professionale.

Informazioni  e Programma

Report di monitoraggio sul consumo di suolo 2015 – 2017

Il consumo di suolo in Sicilia nel 2017 continua a crescere per quanto in maniera leggermente inferiore rispetto la media  nazionale. Infatti, la crescita in Sicilia nel 2017 è pari allo 0.15%, a fronte di una media nazionale dello 0.23%.

Le provincie dove l’incremento percentuale di consumo di suolo è minore sono Caltanissetta (0.05%) ed Enna (0.06%) mentre, la provincia con il maggiore incremento di consumo di suolo è Ragusa con il 0.33%, valore superiore alla media siciliana e nazionale. Il dato computa le superfici delle numerose serre presenti nel territorio ragusano come “consumo di suolo permanente”.

A livello comunale, il maggior consumo di suolo in termini assoluti (in Km2) si rileva, nell’ordine, nei comuni di: Palermo (63 Km2), Vittoria (53 Km2), e Catania (51 Km2).

Nel 2017 la quasi totalità dei comuni della fascia costiera delle province di Ragusa e Catania e buona parte di quelli ricadenti, sempre nella fascia costiera, delle province di Palermo, Trapani Agrigento, Caltanisetta, Siracusa e Messina mostrano valori di percentuale di consumo di suolo sul totale della superficie comunale territoriale maggiori del 9% con punte anche superiori al 30%.

Molto modesti, di contro, appaiono i valori di consumo di suolo nelle aree collinari e di montagna dell’entroterra siciliano.

Il consumo di suolo procapite a livello comunale presenta invece una distribuzione più omogenea dei valori di suolo consumato pro-capite tra i comuni delle aree interne e quelli rivieraschi. Il maggior consumo di suolo nelle aree rivierasche è correlato alla presenza di un maggiore numero di abitanti.

In allegato il report di monitoraggio.

Monitoraggio sul consumo di suolo 2015 – 2017

Fornitura di Materiali di consumo per sistema di produzione acqua ultrapura Millepore mod. Integral 3 MERK – CIG ZE426395D6

Con D.D.G. n. 699 del 31/12/2018 è stato affidata la seguente fornitura:

Lotto unico – fornitura di Materiali di consumo per sistema di produzione acqua ultrapura Millepore mod. Integral 3 MERK

CIG ZE426395D6

Importo: € 4.004,00# IVA esclusa

 

ME.PA:

 Numero Trattativa:  744494
 Descrizione:  Affidamento diretto (art. 36, c. 2, lett. A, D.Lgs. 50/2016)
 Soglia di rilevanza comunitaria:  Sotto soglia
 Modalità di svolgimento della procedura:  Telematica (on line)
 Modalità di definizione dell’offerta:  Prezzi unitari
 CIG:  ZE426395D6
 CUP:
 Amministrazione titolare del procedimento:  ARPA – SICILIA
 IPA – Codice univoco ufficio per Fatturazione Elettronica:  UFSSDZ
 Punto Ordinante:  PIETRO MARIA TESTAJ
 Soggetto stipulante:  PIETRO MARIA TESTAJ – ARPA – SICILIA
 Data e ora inizio presentazione offerta:  11/12/2018 09:08
 Data e ora termine ultimo presentazione offerta:  19/12/2018 18:00
 Data Limite stipula contratto:  19/02/2019 18:00
 Bandi / Categorie oggetto della trattativa:  Ricerca, rilevazione scientifica e diagnostica (BENI)
 Stato trattativa:  Stipulata
 Fornitore:  ECOSISTEMI SERVICE SNC DI FOLLARI A. E C.

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

Affidamento servizio di broker di assicurazione alle condizioni stabile nel disciplinare di incarico per la durata di anni 2

 

Con D.D.G. n. 51 del 31/01/2019 è stato affidato alla ditta Willis Italia SpA con sede legale in Milano, Via Tortona n. 33, C.F. e P. IVA 03902220486 il servizio di broker di assicurazione alle condizioni stabile nel disciplinare di incarico per la durata di anni 2 (due).

Il suddetto affidamento non comporta alcuna spesa a carico del bilancio dell’Agenzia, in quanto il servizio svolto dal broker viene remunerato nell’ambito dell’indivisibile presenza delle commissioni in ogni polizza assicurativa e quindi viene remunerato dalle stesse Compagnie assicurative, senza alcun ulteriore costo diretto ricadente sui premi.

LEGGI L’ARTICOLO NELLA SEZIONE GARE

L’evoluzione della normativa sull’inquinamento acustico dopo l’emanazione del d.lgs. 42/2017 – Catania 01 marzo 2019

 

ARPA Sicilia, sempre impegnata nelle attività di monitoraggio e controllo dell’ambiente, sarà presente con un proprio esperto, il dott. Antonio Sansone Santamaria che relazionerà su  “Le funzioni di Arpa nell’attuazione della normativa in materia di inquinamento acustico”.

 

Per informazioni:

http://www.acustica-aia.it/seminario-levoluzione-della-normativa-sullinquinamento-acustico-dopo-lemanazione-del-d-lgs-422017-catania-1-marzo-2019-2/

Campagna di monitoraggio della concentrazione di gas Radon presso gli edifici degli Istituti Scolastici Secondari della provincia di Catania

Arpa Sicilia, nell’ambito di una convenzione con la Città metropolitana di Catania (D.D.G. n. 180/17), ha avviato una campagna di monitoraggio della concentrazione di gas Radon presso gli edifici degli Istituti Scolastici Secondari della provincia di Catania. Il monitoraggio ha avuto inizio nel mese di giugno 2017.

Il Radon è un gas radioattivo naturale inodore ed incolore prodotto dal decadimento dell’Uranio, la cui tossicità è tale che l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), attraverso l’International Agency for Research on Cancer (Iarc), lo ha classificato nel gruppo 1 delle sostanze cancerogene per l’essere umano e rappresenta la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di tabacco e la prima causa per i non fumatori.

Le misure effettuate, fatta eccezione per un locale, che non era, comunque, adibito alla permanenza continuativa di personale, mostrano valori inferiori a 300 Bq/m3, nuovo limite stabilito dalla direttiva 2013/59/EURATOM, non ancora recepita nella normativa italiana.