Immagine home
EFFICIENZA ENERGETICA NELL’EDILIZIA

logo_abstract_641_x_410

MedEU

 

 

 

 


Il progetto Teenergy Schools opera in quattro Paesi importanti dell’area MED -Italia, Grecia, Spagna e Cipro- ed ha l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica degli edifici scolastici attraverso l’implementazione di un Action Plan e di una Strategia Comune, basati sulle tre condizioni climatiche tipiche dell’area mediterranea che si riferiscono alla costa, alla montagna e alla città.

L’Action Plan e la Strategia Comune sono volte alla sperimentazione di tecnologie di risparmio energetico, all’integrazione di materiali innovativi ed energie rinnovabili (sistemi di raffrescamento passivo) per la riduzione dei costi e dei consumi.

In particolare, il progetto Teenergy Schools vuole dare un contributo alla risoluzione di due problemi comuni nell’area MED:

  1. la mancanza di monitoraggio delle prestazioni di risparmio energetico mirate alle condizioni climatiche dell’Europa meridionale;
  2. la bassa efficienza energetica degli edifici scolastici.

Il progetto mira, inoltre, alla realizzazione di un monitoraggio esemplare attraverso energy audit in modo da ottenere valori rappresentativi e paragonabili sulle prestazioni energetiche degli edifici scolastici. Una piattaforma virtuale, www.teenergy.eu , è stata creata appositamente per favorire il confronto e la disseminazione dei risultati ottenuti.

L’ARPA Sicilia, in qualità di partner del progetto, ha fornito il supporto tecnico-scientifico per la realizzazione di 10 energy audit di edifici scolastici situati nella provincia di Trapani e per la selezione di due tra questi sui quali realizzare i progetti-pilota.

L’Agenzia contribuisce, inoltre, alla diseminazione dei risultati ottenuti dal progetto tramite il supporto alla realizzazione di specifiche brochures relative alle tematiche dell’efficienza energetica affrontate nei workshop internazionali organizzati dai partner. In particolare,l’ARPA Sicilia ha organizzato un workshop internazionale sul tema del “raffrescamento passivo” degli edifici che si è svolto il 25 febbraio presso la sede di Palermo.