News

In pubblicazione un importante numero speciale della newsletter Ecolabel di ISPRA dedicato agli eventi tematici realizzati nel corso della rassegna Ecomondo 2015 di Rimini, in particolare al “1° Premio Nazionale Ecolabel UE per la diffusione del marchio ambientale”

Con una edizione straordinaria della newsletter dedicata al marchio ambientale Ecolabel UE, ISPRA ha inteso dare evidenza, in particolare, agli importanti eventi tematici realizzati nel corso della rassegna sui temi dell’ecologia “Ecomondo 2015” tenutasi a Rimini dal 3 al 6 novembre uu.ss..
In particolare vi si riferisce della cerimonia di consegna del “1° Premio Nazionale Ecolabel UE per la diffusione del marchio ambientale”, che ha avuto luogo il 5.11.15, alla quale hanno partecipato numerose organizzazioni certificate con originali e, per certi versi, sorprendenti iniziative di comunicazione; in questo contesto una menzione particolare è stata riconosciuta anche ad una struttura turistico-ricettiva certificata siciliana, il Casale Romano Resort di Motta Camastra (ME).
Vi si riferisce anche, con una particolare sintesi, della presentazione dello studio realizzato nel 2015 dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente di Trento (APPA Trento), per la valutazione degli impatti ambientali, economici e culturali derivanti dall’applicazione in Trentino del marchio Ecolabel Europeo ai servizi di ricettività turistica e dicampeggio, di cui abbiamo riferito con altra specifica news in altra parte di questo sito e viene, altresì, annunciato un importante convegno, che si terrà il prossimo 26 novembre a Roma, organizzato dall’Associazione Roma Pro Natura, dal titolo “Il cammino verso l’ECOLABEL UE del Turista che sceglie la Qualità”.
Tutte notizie di grande interesse ed attualità.

Per i dettagli, vai alla edizione straordinaria della newsletter Ecolabel di Ispra dell11.11.15:

http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/news/newsletter-ecolabel-speciale-ecomondo-2015

La certificazione Ecolabel UE per le strutture turistico ricettive “conviene” anche economicamente: lo certificano i dati di uno specifico studio realizzato dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente di Trento presentato a Ecomondo il 3.11.15.

 

Veramente significativi i dati di uno studio sull’efficacia ambientale, economica e culturale del marchio Ecolabel Europeo per il turismo, resi noti dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente di Trento, nel corso di un convegno organizzato nell’ambito della manifestazione Ecomondo 2015 svoltasi a Rimini nei giorni dal 3 al 6 novembre che, per la prima volta, danno una “misura” obiettiva degli effetti e dei benefici, anche economici,che si conseguono nella gestione delle strutture turistico ricettive certificate Ecolabel UE del Trentino.

Lo studio, che a breve sarà disponibile sul sito www.appa.provincia.tn.it, dimostra che, per ogni metro quadro all’anno, una struttura Ecolabel, rispetto a una struttura standard, produce circa mezzo chilo di rifiuti indifferenziati e circa 38 chili di anidride carbonica in meno, e, sempre per metro quadro all’anno, consuma 13 kwh di energia e 3 metri cubi di acqua in meno.
A livello economico, il risparmio garantito da Ecolabel è pari a 10 euro, sempre per metro quadro all’anno.
A livello culturale, le maggiori criticità: il marchio è poco noto, per quanto apprezzato dai clienti, molto più che dai gestori.

Le risultanze dello studio, pur essendo stato condotto lo stesso sulle strutture turistico ricettive del Trentino, sia certificate sia non certificate, appaiono estensibili a tutte le strutture certificate presenti sul territorio nazionale e, per la prima volta in Italia, consentono una vera e propria “pesatura” degli effetti gestionali non solo sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale, ma anche sotto il profilo economico e culturale; aspetti questi ultimi sinora soltanto intuiti ma mai misurati veramente. Uno straordinario strumento di analisi ed approfondimento tematico, lo studio di cui si è detto, che l’APPA di Trento ha messo a disposizione di tutto il Sistema Federale delle Agenzie Ambientali Italiane che è destinato a diventare un certo elemento di riferimento, una vera e propria pietra miliare.

Vai al comunicato sul sito di APPA Trento:

http://www.uffstampa.provincia.tn.it/csw/c_stampa.nsf?Open#comunicato&id=a682ee612a715323c1257ef40053df47

Atto di interpello – Personale con la qualifica di Collaboratore professionale Amministrativo/ Istruttore Direttivo/ Funzionario (Cat. D) – Riapertura termini.

Si comunica che sono riaperti i termini, per ulteriori 7 giorni (scadenza 9 novembre 2015 ore 13:30) , dell’Atto di interpello del 14/10/2015 per la formulazione di un elenco di personale con la qualifica di Collaboratore professionale Amministrativo/ Istruttore Direttivo/ Funzionario (Cat. D) con specifica professionalità nelle materie della contabilità e del bilancio.

In pubblicazione il n. 6 della newsletter ECOLABEL curata da ISPRA e dal Comitato Italiano per l’Ecolabel e l’Ecoaudit

 

Con il n. 6 della newsletter Ecolabel, insieme alla presentazione di altre 4 strutture turistico-ricettive e di svariati prodotti che hanno ottenuto il marchio  recentissimamente, viene data notizia circa le scadenze dei criteri Ecolabel UE,   la consegna dei premi del primo concorso nazionale Ecolabel  per le strategie più efficaci di diffusione del marchio, l’accordo stipulato tra ISPRA e Provincia Autonoma di Bolzano per facilitare ed accelerare le verifiche dei requisiti per l’assegnazione del marchio, delle iniziative adottate dala Provincia di ASTI per l’erogazione di assistenza tecnica gratuita per il conseguimento del marchio stesso ed altro ancora.
Il sesto numero del 2015 della newsletter Ecolabel che è consultabile al seguente link:

http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/news/newsletter-ecolabel-n.-6-anno-2015

 

Documenti:

Newsletter Ecolabel

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Ecomondo: Presentazione dello studio “L’efficacia ambientale ed economica di Ecolabel europeo per il turismo” (Rimini, 3 novembre 2015)

 

L’edizione 2015 della manifestazione Ecomondo, che si terrà a Rimini dal 3 al 6 novembre prossimo, ospita quest’anno, per iniziativa dell’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente di Trento (APPA Trento), con il patrocinio dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), la presentazione dei risultati della prima ed analitica ricerca sugli effetti percepibili della certificazione Ecolabel per le strutture turistico-ricettive, recentissimamente condotta, dal titolo “L’efficacia ambientale ed economica di Ecolabel europeo per il turismo – i risultati di uno studio condotto in Trentino confrontati con il contesto nazionale“.
Si tratta della prima iniziativa in materia con questo taglio (Rimini il 3 novembre 2015 alle ore 15) programmata nell’ambito della fiera Ecomondo a cui anche ARPA Sicilia è stata chiamata a dare un contributo.

 

I dettagli e il programma sono disponibili alla seguente pagina web: http://www.appa.provincia.tn.it/sviluppo_sostenibile/Sviluppo__sostenibile_NEWS/pagina166.html

Documenti:

Locandina

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

XXXVI Congresso Nazionale di Radioprotezione Matera 28-30 ottobre 2015

 

Si terrà a Matera dal 28 al 30 Ottobre 2015 il XXXVI Congresso Nazionale di Radioprotezione con la collaborazione dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata.

ll Congresso si propone di trattare aspetti che riguardano l’intero sistema di radioprotezione e come sempre dá spazio a tutti gli ambiti nei quali si sviluppa la disciplina.

Particolare attenzione e’ stata posta sulla recente Direttiva Europea 59/2013, sulla formazione e l’informazione, la divulgazione ed il coinvolgimento.

Specifico risalto è stato dato alle problematiche di radioprotezione derivanti dalle attività estrattive alle quali sarà dedicata una parte dell’evento.

Personale di Arpa Sicilia fá parte del comitato scientifico del congresso e presenta anche un contributo orale su aspetti di radioprotezione legati alle sorgenti orfane.

 

Documenti:

Programma

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Seminario “L’Attualità dei dati strumento fondamentale per le Valutazioni Ambientali” (Floresta, 28/10/2015

 

L’Ordine degli Ingegneri di Messina organizza il Seminario Tecnico “L’Attualità dei dati strumento fondamentale per le Valutazioni Ambientali”

MERCOLEDÌ 28 ottobre 2015 dalle ore 15:00 alle ore 19:30
Palazzo Landro Scalisi – Floresta (Me)

L’evento si svolgerà con il patrocinio di ARPA Sicilia.

Documenti:

Brochure

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Ottobre: mese europeo dell’Ecolabel

 

In occasione del mese europeo dell’Ecolabel, periodo particolarmente dedicato alla promozione dei contenuti e dei vantaggi, soprattutto ambientali, che presentano i prodotti e i servizi che ottengono tale importante riconoscimento certificato, pubblichiamo il collegamento ai video promozionali della campagna europea:

 

 

 

Nell’occasione riproponiamo anche la rassegna delle strutture turistico ricettive italiane che si fregiano già del marchio Ecolabel, che vede la presenza, all’attualità, di 21 strutture siciliane:

http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/news/brochure-strutture-e-campeggi-ecolabel-11-settembre-2015

Resi noti i dati sulla presenza di sostanze inquinanti (normate e non) in atmosfera, relativi all’anno 2014, nell’area del comune di Augusta

 

Sono stati resi noti, nel corso di una conferenza stampa indetta da ARPA Sicilia e dal Comune di Augusta il 30 settembre 2015,  i dati sulla presenza di sostanze inquinanti (normate e non) in atmosfera, relativi all’anno 2014, nell’area del comune di Augusta.

Gli stessi dati forniscono informazioni sui singoli componenti indagati, che si possono visionare nel testo dell’allegato comunicato.
Nel corso della conferenza stampa è stato dato l’annuncio  della  installazione sul territorio megarese, all’interno della Villa comunale, di una nuova centralina di monitoraggio per il benzene e per gli idrocarburi non metanici, che consentiranno di ampliare lo spettro delle sostanze rilevate.

 

Documenti:

Nota stampa

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Ottobrando Ambiente 2015 – Floresta (ME)

 

Si svolgerà a Floresta, Palazzo Landro Scalisi, nei giorni 4-11-18-25 ottobre, la manifestazione “Ottobrando Ambiente 2015”.

L’evento ha il patrocini di ARPA Sicilia.

Maggiori dettagli all’indirizzo: https://www.facebook.com/events/1616593448593094/

 

Documenti:

Manifesto – programma

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Pubblicato il terzo numero della newsletter di ISPRA dedicata alla Politica Integrata di Prodotto (IPP) ed agli Acquisti Verdi (GPP)

 

E’ stato pubblicato da ISPRA il n. 3 della newsletter dedicata alla diffusione della Politica Integrata di Prodotto (IPP) e degli Acquisti Verdi (GPP).
Il numero della newsletter in pubblicazione contiene, insieme ad una riflessione sulla integrazione tra gli schemi della registrazione EMAS e la certificazione Ecolabel derivante dalle risultanze di uno studio appositamente condotto in tal senso da ISPRA, allargato agli altri schemi volontari ISO 14001 e ISO 9001, anche una carrellata di notizie di settore tra le quali figura anche quella relativa ad iniziative di promozione delle politiche di GPP recentemente condotte in Sicilia.

Il terzo numero della newsletter su IPP e GPP è scaricabile dal link:

http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/files/ipp/newsletter/2015/newsletter-ipp-n.-3-2015

Seminario “Gli acquisti Verdi per un territorio migliore” e Laboratorio Tecnico “Definire le politiche di GPP” (Palermo, 23/09/2015)

 

Si sono tenuti a Palermo, presso i locali del Dipartimento Programmazione della Regione Sicilia – sala riunioni 3° piano- Piazza Don Luigi Sturzo 36 il  Seminario: “Gli Acquisti Verdi per un territorio migliore” e il Laboratorio tecnico: “Definire le politiche di GPP”.

I lavori, ai quali è stata riscontrata una buona partecipazione, si sono svolti il 23 Settembre 2015, dalle ore 09.00 alle ore 16.30.

Documenti:

Invito

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Seminario “Lo stato della Natura nell’Unione Europea: La Sicilia e rete Natura 2000” (Floresta, 7 ottobre 2015)

Con il Patrocinio di ARPA Sicilia

 

L’Ordine degli Ingegneri di Messina organizza il Seminario Tecnico “Lo Stato della Natura nell’Unione Europea: la Sicilia e Rete Natura 2000″ mercoledì 7 ottobre 2015 dalle ore 15:00 alle ore 19:30.
Palazzo Landro Scalisi – Floresta (Me)

Documenti:

Brochure

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

 

“Perché ci vuole OCCHIO…” Bando di concorso per videomakers

 

L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente ed il Laboratorio In.F.E.A., hanno indetto il concorso per la produzione di video. che interpretano e sviluppano il tema della valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico, storico e culturale della Sicilia.

Questa attività è prevista nel Piano regionale di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità, in corso di svolgimento, la cui finalità è di stimolare l’interesse degli studenti e contribuire ad una maggiore consapevolezza dei cittadini sulle problematiche ambientali.
Al concorso, articolato in due distinte sezioni, possono partecipare:

gli studenti delle Scuole Superiori siciliane, con la realizzazione di uno spot video;
i cittadini maggiorenni, residenti nel territorio siciliano, con la realizzazione di un cortometraggio documentario;

La presentazione degli elaborati deve avvenire entro le ore 13,00 del 30 ottobre 2015.

I vincitori saranno premiati durante la Conferenza Regionale In.F.E.A., che si svolgerà a Palermo nel mese di Dicembre 2015.

 

Documenti:

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Info: segreteria organizzativa del concorso: pianoeas2015@arpa.sicilia.it

Precisazioni nel merito di articoli concernenti il torrente Buttaceto pubblicati nell’edizione del 01/09/2015 del quotidiano La Sicilia

 

Egregio Direttore, circa gli articoli concernenti lo stato di inquinamento del torrente Buttaceto apparsi alle pagine 19 e 20 del quotidiano la Sicilia – edizione di Catania del 01/09/2015, ed in particolare quello di pag. 20 intitolato “ Acqua sporca nel torrente Buttaceto. Controlli e nessun rilievo dall’ARPA”, questa Agenzia, riguardo alle proprie attività istituzionali relative agli aspetti trattati dal citato articolo svolte per il tramite della Struttura Territoriale di Catania, ritiene opportuno precisare quanto di seguito esposto, per una migliore e più approfondita conoscenza dei fatti.

In primo luogo si ritiene utile rappresentare che per quanto riguarda le acque superficiali interne, nel caso in specie fiumi e torrenti, in prima istanza ARPA Sicilia svolge una attività pianificata di monitoraggio dello stato ecologico e chimico dei principali corsi d’acqua, secondo le previsioni del Piano Regionale di Gestione delle Acque, pubblicato dalla Regione Sicilia nel 2010.

Per quanto riguarda l’ambito territoriale di competenza, i fiumi ed i torrenti individuati dal Piano di Gestione prima citato per i quali è previsto il monitoraggio dello stato ecologico e chimico, secondo frequenze prestabilite dallo stesso Piano, sono i seguenti: Simeto, Troina, Gornalunga, Dittaino, Monaci, Cerami,Saracena, Martello, Cutò, Fiumefreddo, Alcantara, Flascio, Favoscuro, Roccella, San Paolo, Petrolo e Acate – Dirillo; l’attuale Piano Regionale di Gestione delle Acque non prevede stazioni di monitoraggio sul torrente Buttaceto.

I risultati dei monitoraggi sono inseriti nell’Annuario dei Dati Ambientali prodotto dall’ARPA Sicilia e pubblicati sul proprio sito istituzionale (http://www.arpa.sicilia.it/wp-content/uploads/2014/12/Capitolo-2-Qualit%C3%A0-delle-acque.pdf).

Restano salve, chiaramente, eventuali attività di controllo “spot”, non pianificabili, che la Struttura Territoriale di Catania può eseguire sulla base di specifiche e circostanziate richieste che dovessero provenire da Organi ed Enti istituzionalmente preposti alla tutela ed alla salvaguardia dell’ambiente; al riguardo è doveroso evidenziare che ad oggi nessuna specifica richiesta di intervento e/o di supporto tecnico inerente il caso in specie è pervenuta alla scrivente Agenzia.

Invece, per quanto riguarda l’impianto consortile di depurazione delle acque reflue del comune di Catania di c.da Pantano d’Arci, si chiarisce che il controllo di tale impianto è previsto dai documenti annuali di pianificazione delle attività dell’ARPA Sicilia predisposti sulla base dei cosiddetti mandati istituzionali tenendo conto, per ciascun ambito territoriale, dello specifico contesto, delle pressioni ambientali ivi presenti e, non ultimo, delle risorse disponibili; tali documenti di pianificazione sono regolarmente sottoposti alla valutazione ed approvazione del competente Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente.

Nel caso specifico, i citati documenti di pianificazione, prevedono per il depuratore di c.da Pantano d’Arci l’effettuazione di 12 controlli/ anno, con frequenza mensile; anche in questo caso restano salve eventuali ulteriori attività di controllo, non previste in fase di programmazione, eseguibili alla bisogna sulla scorta di particolari situazioni riscontrate o di specifiche richieste provenienti da Soggetti istituzionali.

I controlli in questione vengono regolarmente eseguiti a cura dei tecnici della Struttura Territoriale di Catania e prevedono, di norma, oltre alla verifica dello stato di generale funzionamento dell’impianto, il prelievo di campioni di acque reflue per il controllo del rispetto dei limiti imposti dalla normativa ambientale di riferimento (Decreto Legislativo n. 152/06 e s.m.i. – cosiddetto Testo Unico Ambientale).

Le comunicazioni concernenti le risultanze dei suddetti controlli vengono regolarmente trasmesse ai soggetti competenti, in funzione dell’esito di ciascun controllo; in altri termini, i soggetti destinatari delle comunicazioni di cui sopra variano a seconda che a seguito del controllo eseguito siano state rilevate violazioni della norma ambientale, o meno.

Più in dettaglio si specifica che alla data odierna sono stati eseguiti tutti i controlli previsti dal Piano delle attività per la quota parte di anno trascorsa; nel merito degli otto controlli ad oggi svolti si precisa che in occasione di quelli dei mesi di marzo, giugno e luglio 2015, relativamente ai controlli analitici eseguiti sui campioni di acque reflue prelevati, per alcuni parametri sono stati rilevati dei superamenti dei rispettivi valori limite di legge nelle acque reflue in uscita dall’impianto di depurazione.

Per quanto riguarda l’esito relativo al controllo di marzo 2015, in applicazione delle disposizioni delle norme vigenti, la Struttura Territoriale di Catania ha già provveduto ad eseguire la contestazione del superamento dei limiti tabellari di cui si è detto sopra inviando apposita comunicazione a tutti i soggetti interessati, ivi compreso SIDRA S.p.A. in qualità di Gestore dell’impianto ed il Comune di Catania in qualità di titolare dell’autorizzazione allo scarico; le analoghe comunicazioni riguardanti l’esito dei controlli relativi ai mesi di luglio ed agosto c.a. ancora in itinere, verranno trasmesse a breve.

Tanto si ritiene dover segnalare per maggior precisione, restando disponibili per ogni chiarimento ulteriore.

Catania, 02/09/15

 

Il Direttore ff della Struttura ARPA di Catania

dott. Roberto Grimaldi

On line il quinto numero della newsletter “ Ecolabel UE” curata dall’ISPRA e dal Comitato Italiano Ecolabel Ecoaudit – Sezione ECOLABEL Italia contenete le ultime novità di settore

 

Il nuovo numero della newsletter contiene, in particolare, il resoconto del workshop dedicato a tutte le strutture ricettive e campeggi in possesso del marchio Ecolabel UE che si è svolto in Francia il 26 Maggio 2015 per affrontare la questione della visibilità del marchio Ecolabel UE. Un’ importante opportunità di confronto e scambio sulle migliori pratiche con i rappresentanti della UE sulla necessità di aumentare la consapevolezza del pubblico sul marchio Ecolabel UE nel settore del turismo. Problematica molto avvertita anche in Italia. Considerato il successo della manifestazione, le parti interessate francesi hanno deciso di coinvolgere a livello europeo i loro omologhi europei ad uno scambio di buone pratiche e ad unire le iniziative per la promozione del marchio Ecolabel UE.

Altri argomenti rilevanti contenuti nella newsletter riguardano la riapertura dei corsi di formazione promossi dalla Scuola EMAS ed Ecolabel Puglia Esperti di Certificazione Ambientale EMAs ed Ecolabe e lo sviluppo dell’ APP INFYNITI che consente di :

  • calcolare il costo il costo in uso della detergenza professionale;
  • ottimizzare la programmazione degli acquisti in base ai consumi preventivati;
  • trasformare un costo variabile in un costo fisso;
  • adottare le rese corrette nelle operazioni di pulizia previste dal Piano di lavoro.

Per la consultazione:
http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/news/newsletter-ecolabel-n.-5-anno-2015

Selezione per n. 7 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa nell’ambito della convenzione tra MATTM e Regioni per l’attuazione della Strategia Marina: sede delle prove

 

Si comunica che le prove scritte relative alla selezione dei 7 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa nell’ambito della convenzione tra MATTM e Regioni per l’attuazione della Strategia Marina di cui all’art. 11 D.Lgs. 190/2010, si effettueranno presso i locali della Direzione Generale di ARPA Sicilia, in via S. Lorenzo 312/G, 3° piano, secondo il calendario e gli orari indicato nel bando.

VAI NELLA PAGINA DI SEZIONE (CONCORSI)

Workshop “Life – Natura e Biodiversità” – Caltagirone, 15 – 16 – 17 ottobre 2015

Workshop rivolto al personale di Aree Protette, di Regioni ed Enti Locali, agenzie, organizzazioni ambientaliste, aziende e consulenti del settore, studenti in materia di ambiente, interessati a presentare progetti per il finanziamento europeo “LIFE Natura e Biodiversità”, il Workshop formativo fornirà ai partecipanti le informazioni utili e gli strumenti pratici sulla progettazione LIFE tramite lezioni alternate ad esercitazioni pratiche singole e di gruppo.

L’iniziativa è patrocinata da ARPA Sicilia.

Documenti:

Brochure

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).