News

Relazione annuale sullo stato della qualità dell’aria nella regione Sicilia anno 2015 e la revisione dell’Inventario delle Emissioni per gli anni 2005-2007-2012

 

E’ on line, e scaricabile da questa pagina, la “Relazione annuale sullo stato della qualità dell’aria nella regione Sicilia anno 2015 e la revisione dell’Inventario delle Emissioni per gli anni 2005-2007-2012”.

ARPA incontra la SCUOLA

Sono aperte le iscrizioni per partecipare all’edizione 2016/2017 del progetto ARPA incontra la SCUOLA che dall’anno 2009 è realizzato in collaborazione tra l’Agenzia e gli Istituti scolastici dell’isola.

Per saperne di più …

In pubblicazione il n. 5 del 2016 della newsletter IPP (Integrated Product Policy) e GPP (Green Public Procurement)

E’ scaricabile dal sito di ISPRA (http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/files/ipp/newsletter/2016/newsletter-ipp-n.-5-anno-2016) la nuova newsletter dedicata all’IPP e GPP, nella quale, in particolare, vengono ripresi i temi discussi al convegno “Lo sviluppo del GPP alla luce del nuovo Codice degli appalti pubblici”, organizzato dalla Fondazione GPP insieme al Ministero dell’Ambiente ed a Consip, il 21 settembre u.s.

Nell’occasione si è svolto un dibattito di grande interesse sulle nuove procedure degli appalti pubblici e dei CAM da rispettare al momento della gara, facendo anche una comparazione costo/efficacia del calcolo del ciclo di vita, che comprenda anche le esternalità ambientali, non sempre facilmente applicabili.

Come esempio di pratica virtuosa è molto interessante l’articolo dedicato alla “Sostenibilità ambientale e le olimpiadi 2016”, in cui vengono descritti gli accorgimenti improntati a sostenibilità adottati in occasione di un evento di portata mondiale come l’Olimpiade appena terminata di Rio de Janeiro, per la quale sono state coniate medaglie attraverso un procedimento che non prevede l’uso del mercurio (altamente inquinante) nella lavorazione dell’oro e che ha consentito di ricavare il 30% dell’argento e del bronzo necessario da materiale riciclato e utilizzando per le loro confezioni legno proveniente da foreste certificate FSC, cioè garantite da una gestione corretta delle risorse e rispettosa del lavoro umano.

Blue Working. A scuola d’ambiente: formarsi per formare. 15 e 16 Ottobre 2016 – Ostello Baia del Corallo, Palermo

Il 15 e il 16 Ottobre 2016, presso l’Ostello Baia del Corallo a Palermo, Marevivo con la collaborazione di ARPA Sicilia che ha concesso il patrocinio e con il laboratorio In.F.E.A. organizza “Blue Working”, attività di formazione/informazione sull’educazione ambientale promossa nell’ambito del progetto giovani no-profit “Open Beach”, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile e di “Delfini Guardiani”, il progetto che Marevivo promuove da otto anni in tantissime isole italiane e che quest’anno troverà proprio in Sicilia il suo massimo sviluppo, poiché sarà realizzato in tutte le isole minori e anche in diverse aree marine e terrestri tutelate.

Un workshop per apprendere i nuovi contenuti e le nuove metodologie, utili a trasmettere efficacemente ai giovani la conoscenza dei temi relativi alla tutela dell’ambiente e del mare.

13880295_1799088400302566_2172357894422862214_n

 

 

 

Locandina.

Qualità dell’aria a Siracusa: Arpa Sicilia chiede al Ministero l’aggiornamento della normativa sugli inquinanti

 

Alcuni composti di chiara origine industriale non sono previsti dalle tabelle in vigore. Il loro impatto non è quindi legalmente valutabile.

E’ stato trasmesso qualche giorno fa  agli organi competenti il rapporto sulla qualità dell’aria  (dati 2015) nel territorio della provincia di Siracusa. Nella nota di accompagnamento Arpa Sicilia solleva il problema dei c.d. inquinanti non convenzionali, ovvero quelle sostanze e quei composti, di chiara origine industriale, per i quali la normativa vigente non prevede limiti e/o valori obiettivo.

Fra questi ad esempio gli Idrocarburi non metanici NMHC e l’Idrogeno solforato H2S, che causano frequenti disturbi alla popolazione, in particolare  per le fastidiose caratteristiche odorigene.

Per questi composti, che si trovano spesso in concentrazioni superiori a quelle consigliate dalla letteratura scientifica in aree influenzate dalla presenza di poli industriali, emerge un problema legato alla loro valutazione.

In assenza di valori limite di riferimento,  infatti,  pur in presenza del manifestarsi del fenomeno, che  è frequentemente causa di intensi disturbi olfattivi, non ci si  può addentrare in valutazioni di carattere tecnico legale  o dalla disposizione di  interventi che possano rimuovere le cause determinanti.

Per tentare di porre rimedio a questa situazione,  che spesso provoca notevole disagio nella popolazione interessata, ARPA Sicilia ha proposto al  Ministero dell’Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare ed agli altri organi competenti,  di procedere all’aggiornamento dei parametri   relativi alle sostanze ed ai composti di cui sopra   e, nel contempo, di  fornire ulteriori strumenti, anche normativi, che possano agevolare e rendere efficace   l’azione di controllo e di prevenzione in un area particolarmente delicata come quella della provincia di Siracusa, interessata da problematiche  legate alla presenza di vaste aree industriali.

Rapporto QA Siracusa 2015

Pagina di sezione ST Siracusa

Settimana del pianeta terra 4a edizione – Dal 16 al 23 ottobre a Santa Teresa di Riva (ME)

La “Settimana del Pianeta Terra – L’Italia alla scoperta delle Geoscienze – Una società più informata è una società più coinvolta” promossa dall’Associazione Settimana del Pianeta Terra, vive dal 2012 ed è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia.

Giunto alla 4a edizione quest’anno, per una intera settimana nel mese di ottobre, diverse località sparse su tutto il territorio nazionale saranno animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica. La manifestazione è nata con lo scopo principale di scoprire e valorizzare il nostro patrimonio geologico e naturale e di diffondere il rispetto per l’ambiente, la cura per il territorio così come la consapevolezza dei rischi cui siamo esposti.

Il laboratorio In.F.E.A. della Struttura Territoriale di Arpa Sicilia di Messina ha elaborato in collaborazione con L’Istituto di Istruzione Superiore Caminiti Trimarchi di Santa Teresa di Riva (ME) un progetto di Educazione Ambientale che si svolgerà dal 16 al 23 ottobre 2016 con incontri ed attività con gli studenti , supportato dagli esperti di Arpa Sicilia del settore.

Incrementare il dialogo scientifico e sensibilizzare le conoscenze sono gli obiettivi del progetto che mira anche a produrre una migliore consapevolezza sul ruolo strategico che la qualità dell’ambiente ha per il futuro del pianeta.

13880295_1799088400302566_2172357894422862214_n

 

 

 

Locandina con il programma.

Certificazioni forestali, Arpa con il Comune di Longi e l’Università di Palermo ottiene la menzione speciale di Legambiente e PEFC Il riconoscimento al “Premio Comunità Forestali sostenibili” per il progetto di certificazione del “Bosco soprano”

Comunita forestali sostenibiliC’è anche Arpa Sicilia, accanto al Comune di Longi ed all’Università degli Studi di Palermo, fra i soggetti premiati nel corso dell’edizione 2016 del “Premio comunità forestali sostenibili”, ideato e promosso da Legambiente e PEFC per valorizzare le buone pratiche di gestione territoriale e forestale delle aree interne. In particolare il progetto di certificazione del “Bosco soprano”, a Longi, comune del Parco dei Nebrodi, ha ottenuto la menzione speciale. L’attività è stata portata avanti dal Comune messinese attraverso una iniziativa congiuta con Arpa Sicilia e Dipartimento di Scienze Agrarie e forestali dell’Università di Palermo.

L’iniziativa ha coinvolto tirocinanti universitari e dipendenti pubblici al fine di portare la gestione forestale all’attenzione degli stakeholder anche attraverso un apprezzabile piano di comunicazione. Tale iniziativa, come conferma l’Organizzazione, risulta essere la prima del genere mai attuata in Sicilia.

Le motivazioni sono state rese note il 27 settembre nel corso di una cerimonia tenutasi presso il l’Uffico Relazioni con il Pubblico del Corpo Forestale dello Stato in Roma.

La “certificazione della gestione forestale”, nelle sue varie forme ( PEFC o FSC) consiste in una procedura di verifica riconosciuta e collaudata che conduce all’emissione, da parte di un organismo indipendente, di un certificato che attesta che le forme di gestione boschiva rispondono a determinati requisiti di “sostenibilità”.

La sicilia possiede un patrimonio boschivo di oltre 500.000 Ha che però, al momento, è quasi del tutto privo di adeguati sistemi di certificazioni.

Il progetto condotto con il Comune di Longi e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali rappresenta un primo passo per una inversione di tendenza che l’ARPA vuole stimolare. A tal fine, oltre al sostegno di progetti specifici come quello premiato da Legambiente, l’Agenzia ha allestito un’ apposita sezione nel proprio sito istituzionale dove sono riportate tutte le informazioni e la documentazione di riferimento, unitamente ad una guida semplificata all’accesso alle certificazioni.

(http://www.arpa.sicilia.it/certificazioni/che-cosa-sono-le-certificazioni-ambientali-per-il-settore-forestale/)

 

2° Edizione di Ottobrando Ambiente 2016. Dal 2 al 30 ottobre 2016 a Floresta (ME)

L’Associazione CEA Centro Educazione Ambientale – Messina onlus, congiuntamente ad Ambiente è Vita, Ramarro Sicilia, Fareverde e Marevivo con la collaborazione in loco degli Enti ed Associazioni che sostengono l’iniziativa, promuove  la 2° Edizione di Ottobrando Ambiente 2016, che si terrà presso il Comune di Floresta – Palazzo Landro Scalisi nei  giorni 2, 9, 16, 23 e 30 ottobre p.v. L’evento è patrocinato anche da ARPA Sicilia. Dettagli, informazioni e variazioni all’indirizzo: www.ceamessina.cloud

La locandina dell’evento.

In pubblicazione la Newsletter Ecolabel n. 4/2016 di ISPRA

 

 

Novità sul fronte delle certificazioni “Ecolabel” per le strutture turistico-ricettive: altre 5 strutture italiane hanno ottenuto recentemente il marchio ecologico “ECOLABEL UE”, a dimostrazione del sempre attuale interesse per la sostenibilità ambientale dimostrato dalle imprese italiane che, ancora una volta, hanno scelto di investire sul rispetto dell’ambiente quale patrimonio economico-culturale in grado di svolgere una potente azione attrattiva rispetto ai flussi di viaggiatori interessati a vivere esperienze di turismo di qualità in Italia.

La newsletter Ecolabel n. 4/16 è consultabile al seguente link:

http://www.isprambiente.gov.it/it/certificazioni/files/ecolabel/newsletter/2016/newsletter-ecolabel-n.-4-anno-2016

Nell’occasione si rinnova la segnalazione delle strutture turistico ricettive certificate Ecolabel UE della Sicilia:

Rassegna delle strutture turistiche certificate ECOLABEL UE della Sicilia

Convegno Nazionale di Radioprotezione – Trieste, 19, 20 e 21 ottobre 2016

Si terrà a Trieste dal 19 al 21 ottobre 2016 il Convegno Nazionale di Radioprotezione.

Il tema del convegno sono Le emergenze e gli incidenti radiologici ed i correlati scenari ambientali e sanitari. Verranno esaminati i vari aspetti tecnici degli interventi in caso di incidenti ed i differenti ruoli istituzionali della Protezione Civile, dei VVFF, del SSNN e delle Arpa.

Arpa Sicilia e prima le strutture dei Lip di Catania e Palermo da più di venti anni partecipano alla rete nazionale e regionale delle emergenze nucleari.

L’evoluzione della rete di sorveglianza della radioattività ambientale dall’incidente di Chernobyl a quello di Fukushima e lo stato dell’arte oggi saranno oggetto di una specifica presentazione congiunta il 20 ottobre.

Il convegno e’ patrocinato da Assoarpa, Ispra e dal Ministero dell’Ambiente.

Programma del convegno

Avviso di selezione mediante procedura pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di complessivi n. 4 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, correlato alla gestione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Elenco ammessi ed esclusi

Si comunica che gli ammessi alle prove orali, che  si svolgeranno nelle giornate del 27 e 28 settembre p.v., sono convocati in data 27  settembre_alle ore 8.30 presso la Direzione Generale dell’Agenzia (III piano, stanza 337), Via San Lorenzo 312/G Palermo muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, pena l’esclusione dalla prova stessa.

Vai alla pagina di sezione

DOCUMENTI:

Elenco ammessi ed esclusi

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Studio modellistico degli effetti di ricaduta al suolo degli inquinanti aerodispersi nel planetary boundary layer in seguito all’incendio di rifiuti speciali stoccati in un deposito ubicato nella zona industriale di Catania – Evento dei giorni 7, 8 e 9 giugno 2016

 

 

Il presente studio ha lo scopo d’individuare le aree maggiormente interessate dalle ricadute di sostanze inquinanti rilasciate in atmosfera a seguito dell’incendio di rifiuti speciali stoccati all’interno di un capannone/deposito ubicato nella strada III della zona industriale di Catania, avvenuto il 7 giugno 2016 alle ore 12:00 circa e durato, complessivamente, 48 ore.

Il periodo di riferimento delle ricadute, analizzato con tecniche di modellazione numerica, è il mese di giugno 2016 ed, in particolare, i giorni 7, 8, e 9 nei quali è persistito l’incendio.

La stima delle emissioni di polveri totali sospese [PST] è stata condotta sulla scorta della consultazione di studi di settore incardinati su analoghe vicende incidentali, e con riguardo ai quantitativi di rifiuto speciale stoccato al momento dell’incendio (400÷500 tonn). In base alle analisi preliminari condotte dai tecnici della Struttura ARPA territoriale di Catania il deposito – sui quali già da alcuni anni erano apposti i sigilli di sequestro dalla magistratura – conteneva rifiuti speciali, bags plastici di contenimento, poliuretano in polvere, fanghi residui dell’attività di depurazione delle acque nonché una vasta superficie di copertura del tetto realizzata in pannelli ondulati di amianto.

I quadri di diffusione degli inquinanti sono stati ricostruiti simulando con la catena modellistica CALMET-CALPUFF-CALPOST; con tecnica di back analysis, sono stati individuati, inoltre, i valori di emissione degli idrocarburi aromatici rilasciati dalla sorgente d’incendio; tali emissioni sono state ottenute ricostruendo le diffusioni degli inquinanti aerodispersi che costituiscono soluzione delle equazioni di avvezione, in relazione ai punti di campionamento prescelti ed ai campi tridimensionali di vento ricostruiti con il modello di calcolo euleriano.

Vai alla pagina di sezione

DOCUMENTI:

Report modellistico

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

Conferimento incarichi di co.co.co per l’aggiornamento del quadro conoscitivo dello stato di qualità delle acque interne e delle acque marino-costiere per n. 13 Esperti nella determinazione di contaminanti chimici – RETTIFICA ELENCHI AMMESSI ED ESCLUSI

 

Con riferimento all’avviso di selezione mediante procedura pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di complessivi n. 51 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, corredata al POA per l’aggiornamento del quadro conoscitivo dello stato di qualità delle acque interne e delle acque marino costiere, tra cui n. 13 Esperti nella determinazione di contaminanti chimici secondo le procedure previste nella norma UNI EN ISO 17025, si informano i candidati del concorso di cui al titolo che gli elenchi degli ammessi e degli esclusi alle prove orali, per la selezione di n. 13 Esperti nella determinazione di contaminanti chimici, sono stati modificati. Pertanto di seguito se ne dà la versione aggiornata:

Link alla pagina del concorso

Giornata Mondiale dell’Ambiente 8 giugno 2016, ST Ragusa – Percorsi, esperienze e risultati a confronto

Nell’ambito delle attività programmate dell’ “Alternanza Scuola Lavoro” e del “Progetto Irminio” gli studenti degli Istituti Superiori di Ragusa “G. Ferraris” e “G.B. Vico” hanno contribuito alla realizzazione della Giornata dell’Ambiente (08 06 2016) promossa dalla Struttura ARPA di Ragusa oltre ad aver familiarizzato, con il supporto degli operatori di ARPA Ragusa, con le attività che l’Agenzia mette in campo per la tutela dell’ambiente.
In allegato il documento che illustra la collaborazione.

DOCUMENTI:

Giornata Mondiale dell’Ambiente – 8 giugno 2016 – ST Ragusa (pdf)

Avvertenze per lo scaricamento dei file

A volte il browser di navigazione non riesce a completare il download del documento nella propria finestra di anteprima. Cio’ accade tipicamente per i file di tipo .pdf, quando nelle impostazioni del browser, ai file di quel tipo e’ associata l’azione “anteprima”. Il problema si risolve facilmente selezionando il link al file con il tasto destro del mouse, e poi cliccando con il tasto sinistro su “Salva destinazione con nome …”. In tal modo il file, invece di essere inviato all’anteprima del browser, viene scaricato direttamente sulla postazione-utente, dove poi puo’ essere aperto senza difficolta’. In alternativa (ed è la soluzione preferibile), l’utente puo’ modificare le impostazioni di configurazione del proprio browser di navigazione, associando al tipo di contenuto (.PDF) un’azione diversa dall’anteprima (salvataggio, finestra di scelta, apertura con applicazione specifica, ecc.).

La nuova brochure di Arpa Sicilia

 

frontespizio brochure arpa

Click sull’immagine per aprire la brochure

Ecco il nuovo opuscolo di ARPA Sicilia, che vuole essere un contributo alla protezione dell’Ambiente ed alla promozione della cultura ambientale.

All’interno, in 20 pagine, sono illustrate le principali attività e sono fornite le informazioni relative ai servizi prestati dagli Uffici della Direzione Generale e delle Strutture Territoriale dell’Agenzia .

L’attività è stata coordinata dalla SG2 – comunicazione, che ha curato anche l’editing e il progetto grafico, mentre i contenuti sono stati forniti, per le varie tematiche trattate, dal personale interno dell’Agenzia.

La stampa è stata finanziata con i fondi del Piano regionale di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità.

Annullamento bando di gara “Appalto a procedura aperta per la realizzazione della rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria di ARPA Sicilia” del 29.4.2016

 

Si informa l’utenza che la gara a procedura aperta per la realizzazione della rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria di ARPA Sicilia, pubblicato su GUUE 2016/S 081-143948 del 26/04/2016 e successiva errata corrige n. 2016/S 087-153581 del 04/05/2016, su GURS n. 17 del 29/04/2016, e su questo sito il 29-4-2016, è stata annullata.

 

Testo integrale dell’avviso di annullamento

 

Link alla pagina di sezione

Adottata da ARPA Sicilia la direttiva che introduce le procedure informatiche di garanzia dell’anonimato del segnalante di eventuali condotte illecite (whistleblowing)

 

Con la direttiva n. 45793 del 18.7.2016 è stata introdotta nell’uso in ARPA Sicilia la nuova procedura informatica di “whistleblowing”, attraverso la quale sarà possibile ai dipendenti dell’Agenzia segnalare eventuali illeciti di cui si venga a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro. In conformità alle indicazioni di cui alla delibera n. 6 del 2/04/2015 dell’ANAC, la procedura di che trattasi garantisce l’assoluta riservatezza dell’identità del segnalante, quale presupposto essenziale dell’istituto stesso e della sua efficacia.

Alla procedura si può accedere, dopo aver selezionato prima il banner “Amministrazione trasparente”, quindi “Altri contenuti – Corruzione” (http://www.arpa.sicilia.it/trasparenza/altri-contenuti-corruzione/), cliccando poi sull’immagine del fischietto interna alla finestra denominata “Procedura per l’inoltro di segnalazioni con garanzia dell’anonimato del segnalante (whistleblowing)” che collega direttamente alla URL di accesso al sistema. Per il primo accesso, occorrerà utilizzare come nome utente e come password il numero di matricola in possesso di ogni dipendente. A maggiore dettaglio, nella medesima sezione è disponibile anche, in formato scaricabile, la “Guida alla procedura di segnalazione”, un piccolo manuale che illustra le caratteristiche della soluzione informatica utilizzata.

La vecchia procedura prevista dalla precedente direttiva prot. n. 38998 del 20/06/2014, a cui si accedeva mediante l’indirizzo e-mail: anticorruzione@arpa.sicilia.it, pertanto, non è più utilizzabile a tal fine.

Atto di interpello per il reperimento di una unità di personale esperta nelle materie del trattamento giuridico del personale

Arpa Sicilia

 

La scrivente Agenzia, stante la considerevole e persistente carenza di personale di ruolo, nelle more dell’espletamento delle procedure previste dall’art 58 LR n°9/2015 finalizzate al reperimento di personale attraverso la mobilità per un potenziamento delle attività proprie dell’Agenzia in materia di prevenzione, e rilevato che le procedure di che trattasi, ancora in fase propedeutica, prevederanno il reclutamento di un limitato numero di personale in relazione alle risorse stanziate nel bilancio pluriennale 2016/2018, nel triennio 2016/2018, considerato che resta invariato il testo dell’art 90 della LR 6/2001 e s.m.i.
che, l’esiguità del personale in forza presso i Servizi Amministrativi della Sede Centrale, alcuni dei quali in totale carenza, rischia di rendere del tutto inoperativi gli uffici, con grave compromissione delle attività di competenza e conseguente nocumento per l’Agenzia soprattutto nell’attuale fase di rilancio complessivo delle attività.
In particolare, l’UOS Stato Giuridico del Personale all’interno del Servizio (UOC) Amministrazione Risorse Umane e PP particolarmente coinvolta nei diversi atti di programmazione discendenti dall’art 58 della LR n 9/15, nelle relazioni con le OOSS, ed è rimasta sprovvista del Dirigente che ne curava il coordinamento in quanto già da un anno collocato in quiescenza. L’UOS viene diretta ad interim dal Dirigente responsabile della Struttura Affari Generali e Legali che svolge anche le funzioni di responsabile dell’UOS Trattamento economico del Personale, altrettanto sofferente rispetto al numero di personale in dotazione rispetto al complesso delle attività da svolgere.
Tutte le attività sopra specificate, inerenti i Servizi amministrativi, vengono svolte presso la Sede Centrale – Direzione Generale di Arpa

Ciò posto, di seguito a mezzo del presente atto si chiede l’acquisizione di una unità di personale laureato con qualifica dirigenziale ma con specifica esperienza nel settore sopra descritto (Stato Giuridico del personale- Contrattazione- rapportio con i sindacati Contratto collettivo sanità – valutazione e performance). In particolare, atteso che Arpa Sicilia applica il CCNL Sanità, l’esperienza in tale settore verrà prioritariamente valutata.
A tal fine gli interessati, gia in forza presso gli uffici regionali ed interessati al presente interpello dovranno formulare istanza nella quale precisare la Laurea (preferibilmente in Giurisprudenza/Economia e Commercio/Scienze Politiche e/o equipollenti ed allegare un proprio curriculum professionale attestante l’esperienza maturata ed indicare altresì l’attuale settore di assegnazione e l’incarico ricoperto nonché se diverso, quello ricoperto nell’ultimo quinquennio.

Stante il dichiarato carattere d’urgenza per il reperimento di detto personale si invita ad indicare per la ricezione delle domande da parte degli interessati, un termine non superiore a giorni 15 e di fornire a questa Agenzia comunicazione di avvenuta diffusione dello stesso atto di interpello.
In presenza di più espressioni di disponibilità, rispetto al numero indicato, questa Agenzia si riserva di operare un scelta in funzione del CV di ciascun candidato.
La durata dell’assegnazione è prevista per un periodo massimo di anni due, rinnovabile.
Si precisa che le candidature dovranno pervenire presso la Sede Centrale di questa Agenzia via San Lorenzo n°312/G 90100 PALERMO a mezzo Racc AR ovvero a mezzo pec all’indirizzo risorseumane@pec.arpa.sicilia.it. Ovvero direttamente al Protocollo all’Ufficio del Protocollo dell’Agenzia con consegna a mani in busta chiusa riportante all’esterno la dicitura istanza di partecipazione ad atto di interpello.
Responsabile del procedimento è il sig Francesco Aiello funzionario presso la SA 4 “amministrazione Risorse Umane e PP”- mail istituzionale faiello@arpa.sicilia.it.
L’Agenzia si riserva di revocare, sospendere, modificare il presente avviso di interpello per sopravvenute ragioni di interesse pubblico nonché di non procedere al reclutamento nel caso in cui dal curriculum non si evinca l’esperienza richiesta.

Il funzionario SA 4
(Francesco Aiello)

Il Direttore Generale
(Dott. F. Licata di Baucina)

 

 

La Macchia Mediterranea in Sicilia: mostra itinerante di acquerelli e fotografie.

Il CEA Messina onlus – Centro Educazione Ambientale, organizza la  Mostra “La Macchia Mediterranea in Sicilia. Mostra itinerante di acquerelli e fotografie” dal 16 luglio al 10 settembre 2016.

La Mostra sarà composta da 24 fotografie dell’ Associazione Fotografi Naturalisti Italiani (AFNI) Sez. Sicilia e da 14 acquarelli dell’Artista Prof. Ignazio Camilleri.

L’iniziativa, patrocinata anche da ARPA Sicilia, è promossa congiuntamente tra CEA Messina onlus e Ambiente è Vita, Ramarro Sicilia, Fareverde e Marevivo con la collaborazione, in loco, degli Enti ed Associazioni che sostengono l’iniziativa.

La locandina dell’iniziativa.

locandina

Allestita una nuova sezione tematica del sito web sulle certificazioni ambientali del settore forestale PEFC e FSC

 

I boschi presenti nell’area Mediterranea (in particolare in Sicilia) assolvono a fondamentali ed imprescindibili funzioni ecologiche e sociali di salvaguardia del territorio dai dissesti idrogeologici, di mantenimento della biodiversità, di la difesa degli endemismi, di contrasto ai processi di desertificazione e di carbon sink, venendo spesso anche destinati ad un uso pubblico, sociale, ricreativo e turistico.

Tali motivazioni devono responsabilizzare ed impegnare ogni attore coinvolto nell’azione di tutela del territorio regionale.
Una migliore divulgazione delle potenzialità delle certificazioni del settore forestale può contribuire, in questo senso, a improntare gli strumenti gestionali alla migliore sostenibilità ambientale possibile.

Coerentemente con tale logica, nell’ambito delle convenzionali attività di tirocinio intercorrenti tra l’Università degli studi di Palermo (Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali) e l’Agenzia Regionale Protezione dell’Ambiente Sicilia, è stato possibile realizzare l’allestimento di una sezione web sul sito istituzionale di ARPA Sicilia dedicata  alle certificazioni ambientali del settore forestale che, nell’intento di promuoverne i contenuti, mira anche a facilitarne la più efficace conoscenza ed a promuovere la comunicazione dei valori e del ruolo delle medesime, unitamente a quegli aspetti di marketing correlati, quali appropriati strumenti di gestione e valorizzazione delle risorse forestali locali. Una gestione forestale improntata alla massima sostenibilità dei sistemi boschivi siciliani potrà anche contribuire a conseguire quell’auspicato incremento del valore aggiunto delle produzioni ritraibili spesso ricercato per altre vie e non ancora raggiunto.

VAI ALLA PAGINA DI SEZIONE