Immagine home
Composizione Comitato Italiano per l’Ecolabel e l’Ecoaudit
Nomine ecolabel e ecoaudit

Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit 

Il Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit è l’organismo competente per il rilascio dell’Ecolabel europeo (reg. (CE) 66/2010) e per la registrazione EMAS (reg. (CE) 1221/2009).

Il Comitato per il marchio comunitario di qualità ecologica dei prodotti e per il sistema comunitario di ecogestione e audit (Comitato Ecolabel – Ecoaudit) opera ai sensi del decreto del Ministro dell’ambiente 2 agosto 1995, n. 413, recante norme per l’istituzione ed il funzionamento del Comitato per il marchio comunitario di qualità ecologica dei prodotti e per il sistema comunitario di ecogestione e audit, trovando fondamento in fonti di diritto comunitario di immediata applicazione nell’ordinamento interno e, in particolare, nei regolamenti 880/92/CEE, 1980/00/CE, 66/10/CE, 1836/93/CEE, 761/01/CE e 1221/09/CE.

In particolare il Comitato è l’organismo competente previsto dall’art. 9 del regolamento n. 880/92/CEE del Consiglio del 23 marzo 1992, concernente un sistema comunitario di assegnazione di un marchio  di qualità ecologica ed altresì è l’organismo competente previsto dall’art. 18 del regolamento n. 1836/93/CEE del Consiglio del 29 giugno 1993, concernente l’adesione volontaria delle imprese del settore industriale ad un sistema comunitario di ecogestione e audit.

Il Comitato svolge le funzioni previste dai regolamenti CEE n. 880/92 e n. 1836/93 del Consiglio, dalle leggi nazionali di relativa attuazione e dal decreto del Ministro dell’Ambiente 2 agosto 1995, n. 413.

L’ecolabel è un sistema volontario di etichettatura ecologica dei prodotti, che ha lo scopo di promuovere la progettazione, la produzione, la commercializzazione e l’uso di prodotti con minore impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita dei prodotti, sulla base di criteri di valutazione dell’impatto ambientale che riguardano aspetti come il consumo di energia, l’inquinamento (idrico, atmosferico, acustico, del suolo) prodotti, la gestione dei rifiuti. Si tratta di un marchio di eccellenza ambientale, nel senso che facilita i consumatori a riconoscere i prodotti o i servizi che hanno un minore impatto ambientale a parità di prestazioni e qualità rispetto agli altri. L’Ecolabel non è l’unico marchio ecologico esistente, ma ha i suoi punti di forza nell’essere diffuso in tutta l’Unione Europea e nel fatto che il rispetto dei criteri ecologici viene attestato da organismi pubblici indipendenti.

Decreto Ministeriale 19 dicembre 2013, n. 370 – Nomina componenti comitato [1]

Decreto Ministeriale 31 dicembre 2013, n. 384 – Nomina presidente e vice presidente [2]

Comitato per l’Ecolabel e per l’Ecoaudit

Fausta Finzi [3]Presidente Designato da Mattm

Paolo Bonaretti [4]  Vice Presidente Designato da Mse

 

Componenti comitato

Francesco Mariotti            Presidente Designato da Mattm

Ricardo Rifici                      Componente Designato da Mattm

Paola Giannarelli               Componente Designato da Mattm

Gianni Silvestrini                Componente Designato da Mattm

Armando Anastasio          Componente Designato da Mse

Daniele Montecchio          Componente Designato da Mse

Francesco Pacifici            Componente Designato da Mse

Bianca Maria Scalet         Componente Designato da Mse

Valter Pastena                   Componente Designato da Mef

Serena Lamartina             Componente Designato da Mef

Erder Mazzocchi                Componente Designato da M. Salute

Roberto Mengoni               Componente Designato da M. Salute